FAQ

Quando è necessario rivolgersi ad un centro di fecondazione assistita?

Le cause di infertilità sono di origine femminile nel 30% dei casi, nel 30% di origine maschile. Per il 20% dei casi ci sono cause miste, dovuti ad entrambi i partner . Nel rimanente 20% dei casi le cause di infertilità non vengono rivelate ed in questo caso si parla di infertilità idiopatica o inspiegata.

Cosa si intende per infertilità immunologica?

Con infertilità immunologia si intende la presenza di anticorpi antispermatozoo nel partner maschile, nel partner femminile o in entrambi. Nella donna tali anticorpi possono essere presenti a livello cervicale dove aggrediscono gli spermatozoi impedendo a questi ultimi di raggiungere la cellula uovo. Nell’uomo possono essere presenti nel liquido seminale dove possono ridurre la motilità degli spermatozoi. Per valutare la presenza di anticorpi antispermatozoi esistono alcuni test di laboratorio tra cui i più noti sono il MARtest e l' IBTtest.
Non sempre la infertilità immunologica puo’ essere risolta con le terapia medica; per questo occorre sottoporsi ad una tecnica di fecondazione assisitita ed in particolar modo ad una ICSI.

Quali sono le probabilità di ottenere una gravidanza con le tecniche di fecondazione assistita?

Le probabilità di ottenere una gravidanza con le tecniche di PMA dipendono da diversi fattori, tra questi sicuramente l’età della donna. In pazienti con età inferiore ai 30 anni si riscontra una gravidanza ogni due pazienti (50%). Con l’aumentare dell’età nella donna le percentuali di gravidanza diminuiscono, fino ad arrivare anche ad 1 gravidanza ogni 4-5 pazienti (20%) nelle donne di 40 anni. E’ importante considerare che oltre all’età, seppure oggi questa e una delle problematiche piu frequenti,  altre cause di sterilità che influenzano notevolmente le percentuali di successo sono ad esempio la sterilità immunologica, l’endometriosi, e  la PCOS possono ridurre notevolmente le possibilità di ottenere una gravidanza anche in pazienti molto giovani.

Quali sono le principali cause di infertilità?

La maggior parte delle coppie giovani riescono ad ottenere la gravidanza nel corso del primo anno di rapporti non protetti. Se così non fosse, è improbabile che questo possa avvenire spontaneamente. Conviene, quindi, rivolgersi ad un centro specializzato.
Nel caso di coppie in cui l’età del partner femminile è superiore ai 35 anni, è consigliato recarsi presso un centro specializzato non oltre i 6 mesi di tentativi naturali.

Cose è la Diagnosi genetica pre-impianto o PGD?

Con diagnosi genetica pre-impianto si intende l’analisi genetica degli embrioni prodotti nelle tecniche di fecondazione assisitita, particolarmente utile per tutte quelle coppie che presentano malattie genetiche ereditarie trasmissibili alla prole. Infatti mediante la diagnosi genetica pre-impianto è possibile individuare nell’embrione moltissime patologie genetiche (ad esempio la ß-talassemia, l’anemia falciforme, la distrofia) oltre che alterazioni cromosomiche. Purtroppo la legge 40/2004, in vigore in Italia, non permette di effettuare la diagnosi genetica pre-impianto sugli embrioni. L’unica alternativa possibile consiste nell’effettuare la diagnosi genetica sugli ovociti prima della fecondazione, ed in particolar modo sul primo globulo polare, al fine di selezionare solo quegli ovociti che non presentano alterazioni cromosomiche di origine materna.


Vuoi sapere di più?

Compila questo semplice form con la tua domanda e ti risponderemo al più presto.

Nome

Telefono

Messaggio



Seguici su