NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
 

Loading...

Il centro per la cura dell'infertilità più grande d'Italia

donazione

La legge italiana consente la donazione di ovuli, seme ed embrioni. 
La donazione di ovuli e spermatozoi costituisce parte integrante delle tecniche di riproduzione assistita e, probabilmente, sono applicate  a circa il 10% di tutte le coppie trattate. Le motivazioni che conducono a un percorso di donazione dei gameti possono ricondursi sia alla presenza di patologie specifiche in coppie giovani che all'esaurimento della riserva ovarica in donne in età riproduttiva avanzata. Quali che siano le cause questioni etiche e giuridiche spesso determinano ulteriore ansia della coppia.
Il personale del CFA è specializzato sia nel preparare le coppie per le sfide mediche future che nel guidarle attraverso i dubbi e le difficoltà che possono sorgere. Il nostro programma di donazione è uno dei più grandi in Europa e dà alla coppia la possibilità di essere trattati sia in Italia o in uno dei nostri centri associati europei, offrendo così le più alte probabilità di ottenere una gravidanza.
Tutti i donatori sono volontari e tutte le procedure sono effettuate in conformità alla legislazione nazionale locale. Le donazioni sono anonime e garantiscono che i donatori si attengono scrupolosamente alle caratteristiche fisiche del beneficiario per quanto riguarda il colore dei capelli, degli occhi e della pelle. I donatori sono selezionati dal nostro staff medico locale e sono adulti di età compresa tra i 18 e 30 anni sani e fertili. Tutti devono possedere un’integrità nella salute fisica e mentale. I tassi di successo per ogni ciclo di ovodonazione dipendono dal tipo di ovociti utilizzati in quanto questi ultimi possono:
 
• derivare da una donatrice esclusiva e volontaria con un’età compresa tra i 20-29 anni. I tassi di successo in questo caso sono tra il 70% e 80%
• essere donati da una donna che ha intrapreso un percorso FIVET. In questi casi, generalmente, la donatrice ha un età superiore ai 30 anni e le percentuali di successo sono circa il 30%-40% (egg sharing)
• essere ovociti congelati utilizzando i quali si ottengono tassi di successo del 50-60%.
 
Questo è quanto affermato con soddisfazione dalla Dott.ssa Daniela Dale coordinatrice del programma di ovodonazione della Società Londinese Gamete Donation. Tali risultati, continua la Dott.ssa Dale, sono dovuti sia all’elevata specializzazione della nostra equipe sia all’attento screening, tra cui l'età, a cui le nostre donatrici vengono sottoposte.L'ovodonazione, applicata per la prima volta negli Stati Uniti nel 1983, è oggi largamente diffusa  in tutto il mondo ed è considerata la tecnica di scelta quando sono presenti le seguenti condizioni:

• disgenesia ovarica (malformazione congenita)
• asportazione chirurgica di ambedue le ovaie
• chemioterapia o radioterapia della pelvi femminile
• terapia di malattie tumorali
• menopausa precoce,
• malattie genetiche
• sviluppo ripetuto di embrioni patologici in corso di FIVET – ICSI
• ripetuto fallimento di fertilizzazioni in corso di FIVET – ICSI
• ripetuti test di gravidanza negativi dopo transfer di embrioni di buona qualità